SNAV

Salvo diversa prescrizione di legge, sulle navi traghetto, è consentito il trasporto di animali domestici (es. gatti, cani ecc..). Per essere ammessi a bordo, in generale tutti gli animali domestici devono essere muniti di biglietto di passaggio, della certificazione veterinaria di buono stato di salute ed aver effettuato la profilassi per i parassiti esterni. I cani dovranno risultare iscritti alla anagrafe canina.

Al fine di rispettare le normative igienico-sanitarie, gli animali domestici dovranno viaggiare nel canile o nelle cabine dedicate (numero massimo consentito è di 2 animali a cabina). 

Nelle cabine con accesso consentito, in assenza del padrone, il cane dovrà essere trasferito nel canile, nella gabbia a sua disposizione, essendo vietato ai Passeggeri di tenerli in cabina e nelle aree comuni. Per le passeggiate è disponibile un'area esterna nella quale dovranno essere condotti con guinzaglio e museruola. A parziale deroga di quanto sopra è consentito l’accesso nei locali nave ai cani guida in servizio di accompagnamento del Passeggero non vedente e dei cani della Protezione Civile muniti di idonea certificazione ed in servizio. 

Gli animali domestici viaggiano a carico, cura e responsabilità del passeggero. In conformità all’Ordinanza del Ministero della Salute del 27 agosto 2004, i detentori di cani hanno l’obbligo di applicare la museruola e il guinzaglio ai cani condotti nei locali pubblici e sui mezzi di trasporto. I passeggeri sono responsabili per qualsiasi eventuale danno provocato alle cose o a terzi dai loro animali. Il vettore declina qualsiasi responsabilità per eventuale sequestro o soppressione degli animali da parte delle Autorità Sanitarie del porto di sbarco/imbarco nonché per danni ad animali, per fuga, perdita o morte degli stessi verificatesi durante il trasporto o durante l’imbarco e lo sbarco, salvo comprovate ipotesi di dolo e/o colpa imputabili al vettore