IBERIA

Iberia non permette il trasporto di animali appartenenti alla famiglia dei mustelidi (furetti, martore, ecc.)

Per poter imbarcare in stiva animali vivi, è necessario che siano situati in un trasportino adeguato: resistente, sicuro, comodo e ventilato. Si metta in contatto con l'Ufficio prenotazioni al momento dell'acquisto del biglietto. Per poter trasportare in stiva il proprio animale da compagnia, deve essere situato in un trasportino in conformità con la regolamentazione internazionale:

  • Realizzato in materiale resistente e sicuro e con una chiusura che offra la garanzia di non aprirsi in nessun momento.
  • Comodo per la taglia dell'animale e che non presenti nessun deterioramento esterno o interno che possa arrecare danni.
  • Fornito di ventilazione e di fondo impermeabile.

Il numero di trasportini e le dimensioni degli stessi è limitato a seconda del tipo di aereo. Se ha intenzione di volare con il Suo animale da compagnia, dovrà mettersi in contatto con l'Ufficio prenotazioni affinché lo autorizzi. È possibile autorizzare il viaggio solo quando tutti i tragitti sono confermati.

Può trasportarli con sé in cabina se non superano gli 8 kg di peso (incluso il trasportino/borsa da trasporto) con autorizzazione previa dell'Ufficio prenotazioni.

Alcuni animali da compagnia possono viaggiare in cabina con sé, previa autorizzazione dell'Ufficio prenotazioni, osservando le seguenti condizioni:

  • 8 kg di peso massimo, includendo il trasportino o la borsa da trasporto.
  • Le misure massime del trasportino dovranno essere di 45 cm di lunghezza, 35 cm di larghezza e 25 cm di altezza e, in ogni caso, la somma di tali dimensioni non dovrà superare mai i 105 cm.
  • Il trasportino adeguato deve essere consistente, ventilato, con il fondo impermeabile e sicuro. Tale contenitore può essere fornito dal passeggero oppure acquistato da IBERIA al prezzo di 25 euro*.
    *Vendita negli aeroporti. Soggetto a disponibilità.
  • I volatili dovranno essere trasportati in gabbie resistenti, fornite di chiusura sicura e dalle quali non possa fuoriuscire né cibo né acqua. Inoltre, la gabbia dovrà essere tenuta sempre coperta.
  • Se si tratta di animali di misura o peso ridotto, potranno essere ammessi diversi esemplari, nello stesso contenitore.
  • L'animale dovrà viaggiare con il passeggero senza arrecare disturbo ai passeggeri che viaggiano accanto. Dovrà restare all'interno della borsa/trasportino durante tutto il volo e ne sarà responsabile il passeggero proprietario.
  • Gli animali che per le loro caratteristiche speciali, cattivo odore, ecc., potrebbero rappresentare una molestia per il resto dei passeggeri e per l'equipaggio, non potranno essere trasportati.
  • Per motivi di sicurezza, non è possibile occupare i posti situati nelle file corrispondenti alle uscite di emergenza.

Se osserva quanto indicato legalmente e dispone della documentazione necessaria, potrà portare con sé il Suo animale da compagnia

Passaporto veterinario per viaggiare con cani e gatti, come animali da compagnia

Nuova norma sul trasporto di animali da compagnia tra gli Stati Membri dell'Unione Europea:

Spostamento verso Stati Membri dell'Unione Europea (fatta eccezione per Regno Unito, Irlanda e Svezia).

Gli animali dovranno essere accompagnati da un PASSAPORTO nel quale figuri che:

  • Sono stati identificati mediante tatuaggio chiaramente leggibile o un sistema elettronico di identificazione (microchip).
  • Sono stati oggetto di vaccinazione o rivaccinazione antirabbica.

Spostamenti in Svezia, Regno Unito, Irlanda e Malta.

Gli animali da compagnia (eccetto i furetti) dovranno essere accompagnati da un PASSAPORTO nel quale figurino gli stessi dati richiesti al punto precedente. Inoltre dovrà essere inclusa l'informazione relativa alla realizzazione di una valutazione di anticorpi neutralizzanti con risultato soddisfacente.

Se la destinazione è il Regno Unito o l'Irlanda (*), il prelievo dev'essere effettuato 30 giorni dopo la vaccinazione e 6 mesi prima dello spostamento.

Se la destinazione è la Svezia, il prelievo dev'essere effettuato 120 dopo la vaccinazione.

Il trasporto di animali da parte di IBERIA nel Regno Unito continua a non essere autorizzato, pertanto IBERIA non accetterà nessun animale con destinazione Regno Unito.

Spostamenti da Paesi Terzi con condizioni favorevoli verso l’Unione Europea:

Per alcuni paesi europei (Andorra, Islanda, Liechtenstein, Monaco, San Marino, Svizzera e Vaticano), sarà loro ammessa l’entrata secondo quanto indicato nelle norme nazionali applicabili (fatta eccezione per Regno Unito, Irlanda, Malta e Svezia).

Da determinati paesi con condizioni antirabbiche favorevoli (Ascension Island; Emirati Arabi Uniti; Antigua e Barbuda; Antille Olandesi; Argentina; Australia; Aruba; Bosnia ed Erzegovina; Barbados; Bahrain; Bermuda; Bielorussia; Canada; Cile; Fiji; Falkland Islands; Hong Kong; Croazia; Giamaica; Giappone; Saint Kitts e Nevis; Cayman Islands; Montserrat; Mauritius; Messico; Malesia; Nuova Caledonia; Nuova Zelanda; Polinesia Francese; Saint Pierre e Miquelon; Federazione Russa; Singapore; Sant'Elena; Trinidad e Tobago; Taiwan; Stati Uniti d'America; Saint Vincent e Grenadines; British Virgin Islands; Vanuatu; Wallis e Futuna; Mayotte;) sarà ammessa l'entrata in stati europei (eccetto Regno Unito, Irlanda, Malta e Svezia) con il certificato in vigore secondo quanto indicato dalle norme nazionali applicabili.

Spostamenti da Paesi Terzi con altre condizioni, verso l’Unione Europea:

Nei casi di entrata da determinati paesi con condizioni antirabbiche sfavorevoli, non inclusi nel punto precedente, sarà ammessa l’entrata in stati europei (fatta eccezione per Svezia, Regno Unito, Irlanda e Malta), con il certificato in vigore secondo quanto indicato dalle norme nazionali applicabili, in cui si certifichi che l’animale è stato oggetto di vaccinazione o, se del caso, di rivaccinazione antirabbica che abbia validità in base alle raccomandazioni del laboratorio di fabbricazione, con una vaccinazione inattivata di, almeno, un’unità di antigene per dose (norma della OMS), e che è stata oggetto di una valutazione di anticorpi neutralizzanti di, come minimo, 0,5 Ul/ml in un campione prelevato da un veterinario abilitato, almeno 30 giorni dopo la vaccinazione e 3 mesi prima dello spostamento.