IL PASSAPORTO EUROPEO

E’ in vigore il passaporto europeo per gli animali domestici che viaggiano in Unione Europea o che vi entrano o rientrano da Paesi terzi.
La Commissione europea ha messo a punto un nuovo passaporto che semplificherà gli spostamenti all'interno dell'Unione per i proprietari che non vogliono separarsi dai loro animali. Fanno eccezione Irlanda, Svezia, Gran Bretagna e Malta, dove sono applicate regole più rigorose e un periodo di quarantena.
Il passaporto certifica che l'animale sta bene, e' vaccinato contro la rabbia e ha effettuato eventuali trattamenti antiparassitari obbligatori per l’ingresso in alcuni Paesi dell’UE.
Ma potrà contenere anche indicazioni su altre vaccinazioni, non previste dalla legge, e informazioni sulla storia veterinaria dell'animale. ANMVI: ''Il nuovo passaporto permette ai medici-veterinari di conoscere rapidamente lo stato di salute dell'animale da compagnia in libera circolazione degli animali all’interno della UE”. (fonte ANMVI)